giovedì 5 giugno 2014

Quentin Tarantino e la filosofia, come fare filosofia con un paio di pinze ed una saldatrice - Richard Greene & K. Silem Mohammad


Uno come me, ovvero un tarantiniano convinto, uno che ha sempre sostenuto che nei film di Tarantino ci fosse qualcosa di più del semplice intrattenimento, non poteva perdersi un titolo del genere.
Ed infatti non me lo sono perso.
Il libro si pone una semplice domanda: i film di Tarantino offrono solo una illusione di profondità o c'è qualcosa di più? Possono essere spunti di riflessione?
I due autori hanno provato a rispondere a questa domanda raccogliendo una serie di saggi su quanto di filosofico possiamo trovare nei film di Tarantino.
Saggi molto diversi fra loro, ma tutti scritti da persone che sanno bene di cosa stanno parlando, saggi in cui scopriremo la morale che vi è nelle Iene, il nichilismo in Pulp Fiction, il Freud in Kill Bill e molto altro.

So cosa state pensando: di norma questi libri sono delusioni, pubblicazioni fatte per guadagnare soldi sfruttando nomi altisonanti, ma non è questo il caso.
E' un libro scritto da persone preparate che risulta, quindi, anche di difficile comprensione se non si hanno basi elementari di filosofia.

By Ivan
From Hell

Nessun commento:

Posta un commento