sabato 26 ottobre 2013

La mostra delle atrocità - J.G. Ballard



"Apocalisse. La mostra di quest'anno, alla quale i pazienti non erano stati invitati, aveva un segno inquietante: tutti i quadri insistevano sul tema della catastrofe planetaria"

A causa della sua natura estremamente sperimentale questo libro non è certo di facile lettura, ma non solo.
A causa della sua natura estremamente sperimentale questo libro non è assolutamente facile da analizzare, non è facile da spiegare, non è facile far capire ad un altra persona perché dovrebbe leggerlo.
Cos'è la mostra delle atrocità? E' una mostra in cui sono esposte opere create dagli internati di una clinica mentale, a cui gli stessi autori non sono ammessi.
Questo, ma non solo.
La mostra delle atrocità è un romanzo che può essere considerato anche una raccolta di racconti, ma anche un saggio.
La mostra delle atrocità sono le sei personalità della solita persona, colui che nel libro viene chiamato Travis, Talbot, Traven, Tallis, Talbert e Travers, ma in realtà si tratta sempre della solita persona.
Una persona che vive nell'angoscia della morte della moglie e che cerca di ricreare le morti di Marylin Monroe e di Kennedy, in modo che questa volta abbiano un "senso"
La mostra delle atrocità è un libro in cui la morte di Kennedy viene considerata prima come un incidente automobilistico, poi come una corsa in cui l'ex presidente risulta perdente.
La mostra delle atrocità è un romanzo in cui  l'elezione di Reagan (tra l'altro profetizzata, in quanto  pubblicato quindici anni prima) è vista come un atto sessuale, un grande orgasmo di massa.
La mostra delle atrocità è il modo in cui il nostro cervello reagisce agli stimoli che ci vengono mandati dai media.
La mostra delle atrocità va letto perché facendolo avrete un trip, senza aver avuto bisogno di assumere sostanze psicotrope.

By Ivan
From Hell

domenica 13 ottobre 2013

Freddo a luglio - Joe R. Lansdale




"Era una domenica afosa, con un vento rovente che soffiava attraverso le conifere come la tosse di un malato, portando con sé il sentore del pesce marcio del lago LaBorde"

Dave è un corniciaio di LaBorde, una cittadina situata... indovinate un po' dove ? Ma in Texas, naturalmente! Lansdale ambienta tutti i suoi romanzi in Texas, un po' come King ed il Maine.
Tra l'altro, chi legge Lansdale saprà che LaBorde è una cittadina immaginaria dove sono ambientate le avventure di Hap e Leonard.
Dicevo, questo corniciaio becca un ladro che sta rubando in casa sua e lo uccide, sparandogli.
Il fatto è che il corniciaio non è un killer a sangue freddo, ma è una persona come tante, quindi da quel momento in poi vivrà con il senso di colpa causato dal suo gesto.
Il problema maggiore però non è il senso di colpa di Dave, il problema maggiore è che il padre del ladro, un criminale di nome Ben, vuole vendicarsi della morte del figlio e tenta di uccidere a sua volta il figlio di Dave, senza riuscirci.
Fino a qui sembrerebbe un classico romanzo di vendetta, figlio per figlio, ma le cose iniziano a prendere una piega inaspettata quando si scopre che Dave, in realtà, non ha ucciso il figlio di Ben.
Chi è la persona uccisa da Dave? Perché la polizia ha detto a quest'ultimo di aver ucciso un altro uomo? Dov'è, a questo punto, il figlio di Ben?
Ad aiutare a risolvere questi interrogativi sarà un detective di Houston, Jim Bob.
Godetevelo bene questo personaggio, perché è davvero un gran bel personaggione.

Non è solo un giallo: il romanzo ruota attorno al rapporto fra padre e figlio e ci sono vari elementi che riconducono a questa tematica.
Andando avanti con la lettura, infatti, scopriamo che il padre di Dave si suicidò.
Inoltre Dave e sua moglie, prima del loro attuale figlio, ebbero una bambina che morì quando ancora si trovava nel grembo materno, questo complica i rapporti con il loro bambino attuale.
Ben vuole vendetta perché pensa che Dave gli abbia ucciso il figlio e poi.... e poi ci altre cose che riconducono al rapporto padre e figlio, ma che non posso scrivere perché altrimenti svelerei alcuni colpi di scena del romanzo.

Il titolo del romanzo non parla delle condizioni climatiche in cui si svolge la vicenda, bensì parla di un freddo all'interno dell'uomo.
Le vicende prenderanno una svolta violenta, svolta che lascerà del freddo nel cuore dei personaggi.
E' questo il freddo a luglio di cui parla il titolo.

By Ivan
From Hell